Brexit is coming…

Le scorse elezioni nel Regno Unito hanno confermato che dal 31 gennaio prossimo si andrà avanti con la Brexit!

Per le Au Pairs già presenti nel Regno Unito non debbono preoccuparsi, non sono illegali, ed è probabile che in futuro per la categoria Au Pairs vengono fatte delle deroghe sui visti o addirittura esenzioni.

Cosa cambia dal 2020?

I cittadini europei potranno continuare a circolare liberamente nel Regno Unito fino alla fine del 2020 senza bisogno di richiedere un visto, questo è quanto stato dichiarato nel documento orientativo rilasciato dal governo . Si può consultare il sito del governo britannico : www.gov.uk.brexit

Per le prossime partenze Au Pair è consigliabile :

–        Viaggiare con  passaporto anziché la carta d’identità

–        Avere  un assicurazione sanitaria extra valida nel Regno Unito

–        La patente di guida deve essere verificata se valevole anche nel Regno Unito

Soggiorni nel Regno Unito fino alla fine del 2020 senza visto

Nel documento orientativo si dichiara inoltre:

I cittadini UE che si trasferiranno nel Regno Unito dopo l’entrata in vigore della Brexit e che non faranno domanda per ottenere il permesso “Euro TLR” (vedi sopra) dovranno necessariamente lasciare il Regno Unito entro il 31 dicembre 2020, a meno che non abbiano già fatto richiesta e ottenuto un permesso di soggiorno all’interno del nuovo sistema a punti britannico.

Ciò consente alle famiglie del Regno Unito e agli au pair dell’UE di organizzare ancora più facilmente il soggiorno alla pari per i prossimi 15 mesi e fino alla fine del 2020. Su questa base, per i cittadini UE in procinto di partire per il Regno Unito, non sarà dunque necessario richiedere un visto. Sia gli au pair provenienti da un paese dell’UE sia le famiglie ospitanti potranno beneficiare dei vantaggi derivanti da un’esperienza alla pari come in passato.

 

Dal 2021 in poi ?

I  cittadini UE che si trasferiranno nel Regno Unito potranno fare richiesta di un permesso di soggiorno temporaneo valido 36 mesi, chiamato European Temporary Leave to Remain (Euro TLR). Sarà possibile fare domanda per il nuovo “Euro TLR” facilmente e gratuitamente dopo l’arrivo nel Regno Unito. I cittadini UE che viaggeranno nel Regno Unito in seguito all’entrata in vigore della Brexit non dovranno seguire ulteriori disposizioni prima della partenza.

Ciò significa che anche nel peggiore dei casi (ovvero quello di una Brexit “no-deal”), i cittadini UE potranno comunque regolamentare il proprio soggiorno alla pari nel Regno Unito in modo semplice e senza ulteriori spese per una durata massima di 36 mesi.

Questo periodo di tempo è senza dubbio più lungo di quella che normalmente è la durata media di un soggiorno alla pari, ma dà un’idea chiara del quadro giuridico che l’Au Pair devono tenere in considerazione per organizzare questa esperienza fino a ottobre 2022.

Related Posts